Thorsby sontuoso, Linetty decisivo, Fabio immortale: siamo ancora vivi

Thorsby sontuoso, Linetty decisivo, Fabio immortale: siamo ancora vivi

- in Editoriali

La Sampdoria vince e convince in una partita, quella contro il Brescia, dallo stesso valore di una finale di Champions League. E nonostante i blucerchiati non abbiano un buon rapporto con le finali, nel freddo pomeriggio di Marassi ieri hanno dominato il Brescia di Corini in un match che valeva doppio, soprattutto vedendo cadere Genoa e Spal rispettivamente contro Verona e Fiorentina.

Video: DAZN

Se inizialmente i blucerchiati hanno subito lo svantaggio (su angolo) firmato Chancellor, la reazione è stata da grande squadra. Dal 12′ minuto del primo tempo è scattato il dominio blucerchiato con occasioni a ripetizione, merito anche di uno scatenato Quagliarella che ha sfiorato più volte il gol, talvolta anche come sa fare lui, ovvero in acrobazia.

Foto: DAZN

Ma nonostante la sfortuna la Sampdoria non va nel panico e la ribalta alla fine del primo tempo, con il pareggio di Linetty al 34′ e il vantaggio di Jankto al 47′ minuto.

Quagliarella risorge, Thorsby si conferma: la Sampdoria è viva

Il resto poi lo conosciamo tutti. La Sampdoria ha svoltato e non solo perchè ha vinto uno scontro diretto con ampio margine in un momento delicato, ma perchè dopo tanto tempo non è più stata una vittoria fortunosa, ma cercata e conquistata, a pieni voti.

Il norvegese Thorsby si conferma perno del centrocampo, Quagliarella torna a segnare (e se ne avesse fatti più di due, obiettivamente, non avrebbe rubato niente a nessuno) e Linetty torna a fare Linetty: lotta su ogni pallone, abbatte gli avversari con furbizia (vedi cross per il 2-1 a Jankto) e corre per 90′. Un vero mastino del centrocampo.

Video: DAZN

Ma in linea generale ha risposto bene tutta la squadra e ora, in attesa di Parma-Lecce possiamo goderci questo momento di gioia, che vede la Sampdoria con cinque punti di vantaggio sulla terz’ultima. E con un dato davvero interessante su Claudio Ranieri: l’ex Leicester e Roma ha disputato 12 partite sulla panchina blucerchiata portando a casa 16 punti.

Adesso testa a Roma per Lazio-Sampdoria, consapevoli del fatto che possiamo non solo giocare bene, ma anche senza paura. Le prestazioni contro Milan e Brescia, d’altronde, lo confermano. Avanti Sir Claudio, avanti Sampdoria!

Facebook Comments