Ranieri: “Partita surreale. Se si deve giocare? Vi rispondo come Klopp”

Ranieri: “Partita surreale. Se si deve giocare? Vi rispondo come Klopp”
Condividi

Il tecnico della Sampdoria Claudio Ranieri  è intervenuto ai microfoni di  Sky Sport, dove ha analizzato la vittoria della sua squadra contro l’  Hellas Verona. “Stavamo giocando contro una squadra che ti pressa per 90 minuti; non era facile venirne a capo” ha così esordito il tecnico blucerchiato.

Un commento sulla partita? – “Oggi non c’erano i tifosi, ed avete sentito tutto. E’ stata una partita surreale, ma va bene così. Siamo dei professionisti e andiamo avanti finché si può”.

Cosa vi siete detti a fine match con Quagliarella? – “Cose nostre di campo, niente di che”.

Spesso trovate il gol nel finale. – “Il bello del gioco del calcio è il gol. C’è bisogno di chi li mette dentro. Fabio sta ritrovando la sua vena realizzativa, si allena bene ed è determinato”. 

Com’è cambiata la squadra? – Ho cambiato la squadra e siamo passati a 5. Da quel momento in poi avevamo un’altra immagine in campo.

Come si sono comportati i giocatori ? – “E’ difficile. Io sono andato per due partite a Milano e non ho giocato. Tenere i giocatori sotto intensità e sotto pressione non è facile, ma il gol ci ha fatto rientrare in partita. Giocare ancora? Io la penso come Klopp, sono un allenatore. Chi deve decidere deve farlo nel bene della cittadinanza con chiarezza”.